Indietro

Pronto soccorso, Lanera chiede spiegazioni

Luigi Lanera

Il consigliere di Fratelli d'Italia fa appello alla politica e alle istituzioni elbane e chiede all'Asl spiegazioni sui turni del Pronto soccorso

PORTOFERRAIO — "Ancora una volta, nel silenzio delle istituzioni, delle autorità locali e della politica tutta, mi trovo a dover parlare di quanto a mio giudizio sta accadendo alla nostra sanità. Inizia Febbraio: avrei piacere di sapere i dettagli del Piano sanitario della stagione estiva 2020, per non trovarci impreparati, per l’ennesimo anno consecutivo, in piena stagione turistica e per non trovare poi soluzioni dell'ultimo minuto e comunque onerose come quella dell’anno scorso. Ma ahimè non solo non si è ancora pensato all’estate, al turismo, al massimo afflusso di ospiti che ogni anno vengono sull’isola ignari. Non si è neanche pensato né si pensa ad affrontare I problemi sanitari contingenti, strettamente attuali", si apre così l'intervento di Luigi Lanera consigliere di minoranza di Portoferraio ed esponente di Fratelli d'Italia.

"Forse anche perché questi problemi li conoscono in pochi - prosegue Lanera - ma dovere delle nostre istituzioni e della nostra politica dovrebbe essere quello di informarsi anche della sanità della nostra isola e delle sue criticità e adoperarsi a porre rimedio. Come al solito nel nostro Ospedale, penso, si stia sopperendo alla mancanza di risorse e nella fattispecie di personale mediante la professionalità, l’impegno e il sacrificio dei pochi operatori rimasti. Si, perché ancora ci troviamo di fronte alla carenza di personale e ancora una volta voglio parlare del Pronto soccorso elbano, quel pronto soccorso che è sempre lì, pronto ad accoglierci, a cercare di risolvere al meglio e nel minor tempo possibile tutte le problematiche e le emergenze che capitano, quel Pronto soccorso dove si lavora con abnegazione e professionalità contro tutto e contro tutti, quel Pronto soccorso preso ad esempio nazionale per il trattamento dell’infarto e dell’ictus e portato come modello a livello europeo, quel pronto soccorso che troppe volte e troppo facilmente siamo pronti a criticare, da profani della medicina e dei meccanismi intimi che regolano un ospedale, quel pronto soccorso che da sempre vogliono dipingere a mio giudizio come di serie B".

"Voglio intanto premettere che fino ad oggi l’assistenza in Pronto soccorso è stata decorosa grazie alla istituzione di un turno diurno con due medici in servizio (in raddoppio) - aggiunge Lanera - e questo è stato reso possibile anche grazie al lavoro di medici esterni, continentali, che si sono offerti e si offrono a sostenere turni aggiuntivi sulla nostra isola".

"Nelle ultime settimane, a causa di malattie infortuni, - dichiara Lanera - il personale ha subito la perdita di due unità e presto un altro medico sarà trasferito. Così, per forza di cose, il turno di febbraio sembrerebbe, da notizie avute e chiedo conferma all'Asl se corrisponde a verità che abbia registrato diversi turni futuri non coperti. Vorrei capire e chiedo ai responsabili se corrisponde a verità che per far fronte a tale mancanza si sia preferito la eliminazione dei turni di raddoppio lasciando in servizio un solo medico a turno.Cioè a fronte di una carenza organizzativa viene risposto con un taglio dei servizi?"

"Non vorrei che giustificazione trovata sia sempre la solita cantilena che sentiamo da anni non si trovano medici. - prosegue Lanera -  Io credo che non sia più ammissibile che Asl possa per l’ennesima volta aprire le braccia e trovare questa scusa. Non è più ammissibile né tollerabile, soprattutto quando si parla di un’isola. Che i medici , in generale, sono pochi si sa...ma quelli che ci sono vanno incentivati e messi nelle condizioni di lavorare umanamente e in sicurezza. E invece la soluzione intrapresa è quella di eliminare un medico dal servizio cioè ancora una volta si taglia?"

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it