Indietro

​Cosimo 500, la città riscopre la sua storia

Il comitato per le celebrazioni di Cosimo I de' Medici

Passeggiate guidate, mostre, concerti, rievocazioni e un convegno: inizia il cinquecentenario di Cosimo I de' Medici, ideatore della città fortezza

PORTOFERRAIO — Questa mattina nella sala consiliare del Comune di Portoferraio sono state presentate le iniziative in occasione del cinquecentenario della nascita di Cosimo I de' Medici, primo Granduca di Toscana, che ideò la città fortezza di Cosmopolis, l'attuale Portoferraio. La presentazione degli eventi è stata aperta dal sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari e dall'assessore a cultura e turismo, Roberto Marini, che hanno sottolineato il buon lavoro svolto dal Comitato organizzatore delle celebrazioni, ringraziando tutte le persone coinvolte.

Una serie di eventi per riscoprire le potenzialità della città di Portoferraio, come ha sottolineato l'assessore Marini, ha riunito un gruppo di persone che, in occasione del cinquecentenario, hanno lavorato insieme con dedizione su quelle che sono le potenzialità della città di Portoferraio, in questo caso, legate alla figura di Cosimo I.

Gloria Peria, direttrice scientifica degli Archivi storici comunali dell'isola d'Elba – che ha come ente capofila il Comune di Campo nell'Elba – ha illustrato le principali iniziative dedicate alla figura di Cosimo I, alla base delle quali ci sono le ricerche svolte attraverso i documenti dell'archivio storico comunale di Portoferraio. Un elemento importante riguarda il fatto che molte iniziative coinvolgeranno direttamente i giovani studenti delle scuole dell'isola d'Elba, attraverso specifici progetti.

Numerosi gli eventi durante il 2019 progettati per riscoprire la città fortezza, i suoi percorsi, la sua storia e per raccontarla anche attraverso narrazioni originali, come quelle dell'arte e della fotografia.

Sono previste anche varie passeggiate guidate a tema – condotte da Giuseppe M. Battaglini, Elisabetta Coltelli e Silvio Pucci - per riscoprire gli angoli meno noti della storia della Portoferraio medicea. Saranno comunque al centro dell'attenzione i percorsi che conducono a Forte Inglese e a Forte Falcone.

Sono inoltre previste tre mostre dedicate alla figura di Cosimo I. La prima dal titolo “Cosmopoli: la città ideale”, sarà inaugurata il 15 Maggio alla Torre della Linguella dove esporranno gli artisti Marcello D'Arco e Luigi Lunghi, è curata da Persephone e dall'artista Francesca Groppelli. A proposito di arte, anche l'artista Italo Bolano ha realizzato un'opera dedicata a Cosimo I che donerà al Comune di Portoferraio.

Il 18 Maggio invece al Centro Culturale De Laugier si aprirà la mostra “Civitas Cosimi. Dai documenti d'archivio all'immagine fotografica", dal progetto storico di Gloria Peria con fotografie di Roberto Ridi e rievocazione storica a cura dell'associazione Historiae, con la scenografia a cura di Leonello Balestrini.

Un'altra importante esposizione invece sarà inaugurata il 12 Giugno, giorno della nascita di Cosimo I e sarà dedicata all'Impresa di Cosimo, L'effigie del Duca e la fondazione di Cosmopoli, a cura di Giuseppe M. Battaglini e Amedeo Mercurio con la collaborazione di Gloria Peria. Nella mostra saranno esposte monete e medaglioni del tempo di Cosimo.

Nel mese di Ottobre si svolgerà un importante convegno, a cura della Gestione associata degli archivi storici comunali, dedicato alla figura di Cosimo I e al suo rapporto con la città, che vedrà la partecipazione di importanti studiosi, alcuni dei quali provenienti da varie università. Fra i relatori sarà presente anche Andrea Muzzi, soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno.

Sono previsti inoltre concerti e rievocazioni storiche insieme ad altre iniziative per vivere e riscoprire la storia della città medicea.

L'isola d'Elba con Portoferraio inoltre è entrata ufficialmente nelle Vie dei Medici, percorso turistico-culturale, con il supporto di Italia Nostra grazie ad un progetto nato nelle scuole nel 2015. Le celebrazioni avranno anche un logo che sarà poi stampato su alcuni pannelli che saranno montati sull'edificio della Gattaia.

Le celebrazioni si apriranno il 28 Aprile con la collocazione di un marmo commemorativo di Cosimo I, donato al Comune dai Cavalieri di Santo Stefano.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata

Fotogallery

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it