Indietro

Droga e giovani, Suraci:"Necessario informare"

Il questore di Livorno, Lorenzo Suraci, questa mattina era presente al convegno sulle nuove droghe e i giovani che si è svolto all'Elba

PORTOFERRAIO — La battaglia contro le droghe nei giovani si vince solo facendo attività di prevenzione e informazione. Questo il messaggio del questore di Livorno, Lorenzo Suraci, presente questa mattina all'isola d'Elba, in occasione del convegno organizzato dalla Polizia di Stato, che si è svolto a Portoferraio, al Centro culturale De Laugier da titolo “L'allarme sulle nuove droghe sintetiche: le istituzioni, la scuola, la Polizia di Stato ed i giovani insieme contro la droga”.

“Come ieri ho detto alla festa della Polizia, il contrasto alle sostanze stupefacenti è un'attività importante, sia nel capoluogo che nella provincia – ha dichiarato il questore di Livorno, Lorenzo Suraci – e ho fatto l'esempio che nei mesi scorsi sono state sequestrate ingenti quantità di sostanze stupefacenti. Si parla di chili, 830 chili di hashish, 640 chili da parte della Guardia di Finanza, e altri 200 chili ma questo non ha minimamente intaccato il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti.”

“Evidentemente - ha aggiunto il questore di Livorno – la repressione non basta, occorre agire nell'educazione, convincere i ragazzi, convincere i genitori che la droga fa male. Se noi non ci convinciamo di questo facciamo una battaglia persa solo da un punto di vista di depressione”.

Durante il convegno, organizzato dalla Polizia di Stato, con il patrocinio del Comune di Portoferraio ed in collaborazione con la Fondazione Isola d’Elba Onlus, in collaborazione con le scuole è stato affrontato da vari punti di vista, quello legale, tossicologico e medico, il ruolo dell'informazione e prevenzione sui rischi delle nuove droghe sintetiche, in particolare relativamente ai giovani.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it