Indietro

Crisi Moby, la risposta della Regione

Vincenzo Ceccarelli

L'assessore regionale Ceccarelli ha risposto all'interrogazione presentata dalla consigliera Spinelli in merito alla continuità territoriale

FIRENZE — Durante l'ultima seduta del Consiglio regionale toscano l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli ha risposto all’interrogazione a risposta orale n.1022 del 19 Febbraio 2020 avente ad oggetto: “In merito alla crisi di Moby spa e alle potenziali ripercussioni per la Toscana”, della consigliera Spinelli.

La consigliera Serena Spinelli del Gruppo misto aveva presentato un' interrogazione rivolta al presidente della giunta regionale in cui chiedeva "se e quali azioni sia intenzionata a mettere in campo per ricevere le opportune rassicurazioni in merito alla garanzia dei servizi di continuità territoriale e alla tutela del sistema turistico ed economico delle isole toscane".

Qui di seguito la risposta dell'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli a nome della giunta regionale.

"In data 6/02/2020 in sede di Comitato Tecnico di Gestione (Verbale n.1/2020) la Regione ha chiesto direttamente a Toremar chiarimenti in merito alla situazione emersa dalla stampa rispetto alle criticità finanziarie del gruppo Moby spa, ricevendo assicurazioni in merito; anche in seguito a tale richiesta, Toremar ha quindi inviato un’ulteriore nota di chiarimenti di seguito estratta: “In primo luogo è opportuno sottolineare che la Società Toremar SpA se da un lato è certamente controllata dal Gruppo Onorato, dall'altro è comunque soggetto giuridicamente distinto con una propria autonoma realtà finanziaria e di bilancio la cui analisi, in base ai contenuti dell'ultimo documento contabile ricevuto (in conformità al contratto di servizio), presenta margini di crescita dei ricavi, tali da consentire per il 2019 un utile della Società stessa. In secondo luogo, sul tema delle criticità finanziarie del Gruppo Onorato, le informazioni sono note esclusivamente attraverso articoli di stampa, così come altrettanto noto è il rigetto delle richieste di fallimento della Moby SpA, con la conseguenza che ad oggi non risultano elementi sostanziali che siano tali da mostrare l’effettiva impossibilità della Società controllata ad adempiere agli obblighi contrattuali conquesta amministrazione. In terzo luogo il ribasso del rating di Moby SpA da parte dell’Agenzia Standard & Poor’s segue esclusivamente l’accordo tra Moby stessa ed un gruppo di obbligazionisti per una richiesta di sospensione dei termini dei loro accordi.

La Giunta regionale tramite il Settore competente per la gestione del contratto di servizio ha comunque richiesto un parere all’Avvocatura regionale rispetto a quanto appreso dalla stampa relativamente alla posizione finanziaria della Società Moby spa, e quali azioni introdurre se necessario a tutela. 

La Giunta regionale è consapevole della delicatezza della situazione e dell’importanza di garantire i servizi di continuità territoriale per i cittadini delle isole toscane e per il sistema economico locale in vista dell’alta stagione turistica. Per questo siamo in stretto contatto con l’Avvocatura regionale e con la stessa Società Toremar al fine di monitorare in tempo reale l’evolversi degli eventi".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it