Indietro

Ztl in inverno, i residenti si ribellano

Due cittadine portoferraiesi criticano la scelta di mantenere la ztl in centro storico nel periodo invernale e sul web si accende il dibattito

PORTOFERRAIO — "Sono Maria Rosa Martini residente a Portoferraio via forte falcone. E sono invalidata non invalida dalla ztl dal 2009".

Comincia così una delle testimonianze che si stanno diffondendo sul web, principalmente Facebook, sulla questione della ztl in centro storico a Portoferraio. Ciò che i residenti lamentano è il fatto di mantenere tale restrizione al traffico anche in inverno.

"Il primo disagio si è avvertito per le mie figlie nel periodo della scuola, della danza - continua Maria Rosa - dove nessuno in pieno inverno veniva più a casa nostra, nessuno poteva portare le compagne per fare la lezione, né potevano dare passaggi alle mie bimbe. Ho un suocero che ha compiuto 90 anni e non ha potuto più transitare liberamente con il suo apino dalle ore 18 in poi per far visita a suo figlio. Non mi dilungo più, perché si potrà comprendere quanto la vita sociale, l'assistenza di una e più famiglie possa essere limitata da esigenze comunali senza un programma intelligente. 

Chi non è interessato dirà: da tutte le parti esistono zone limitate. Si, sono d'accordo ma sono corredate di servizi adeguati, navette, taxi meno onerosi, ztl in strade alternate. Veniamo alla mia proposta: Ztl in funzione da aprile a fine settembre poi accesso libero.

Mi dite chi viene quassù?

Con questa lettera vorrei sapere il vostro parere, sensibilizzarvi al problema per procedere poi a una petizione da presentare a chi può procedere al cambiamento. Grazie MRM".

Ma non è la sola testimonianza di questo genere. "Non ricordo più l'ultima volta che sono stata libera di organizzare una "cena dell'ultimo momento" - scrive infatti Maddalena Lista - Scrivo perchè pretendo una spiegazione, logica e fondata sulla restrizione del traffico dell'Alto Centro Storico.

Nel periodo estivo, con l'affluenza dei "santi" turisti, posso provare a trovare un briciolo di sensatezza anche se il "problema parcheggi" non è in alcun modo risolto, ma qual è la necessità di protrarre la restrizione anche al periodo invernale se non il guadagno?

La fascia oraria è decisamente insulsa: dalle 18:00 alle 7:00

E' invalidante. Non esistono alternative, quali navette o taxi che sopperiscano a questo disagio che non è esclusivamente di natura Conviviale ma anche di Assistenza e di Servizi.

Con questo esposto spero di capire il pensiero e le ragioni dei miei concittadini e muovermi poi di conseguenza".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it