Indietro

Covid-19, misure più restrittive al Giglio

Isola del Giglio

L'Unità di crisi attivata dal Comune annuncia misure più restrittive sugli imbarchi e chiede ai residenti di evitare di andare in continente

ISOLA DEL GIGLIO — In una nota del Comune di isola del Giglio viene reso noto che la donna risultata positiva al Covid-19, non residente, in isolamento a Giglio Campese, sta bene e continua la sua quarantena precauzionale in attesa dei tamponi di controllo che, se negativi, dimostreranno la sua completa guarigione. 

"La situazione - spiegano dal Comune - è sotto il controllo delle autorità e proprio per questo è immutata rispetto a ieri. E’ molto importante che i cittadini seguano alla lettera le procedure che impongono l’isolamento a casa, evitando contatti inutili perché solo così si evitano contagi e si sconfigge il terribile virus. Le forze dell’ordine continueranno i controlli ai traghetti ma anche all’interno dei centri urbani con applicazione rigida e senza sconti delle sanzioni previste a chi trasgredirà le disposizioni. E’ bene ribadirlo, la disciplina costituita da atteggiamenti responsabili combatte la proliferazione del contagio e sconfigge lo sviluppo del virus. Evitare quindi i contatti di ogni genere soprattutto quando si va a fare la spesa. Concentriamola una/due volte alla settimana evitando di avvicinarsi alle persone, senza sottostimare le distanze e seguendo le azioni per la pulizia preventiva. Il Covid-19 contagia anche per banali distrazioni. Ne va della salute di tutti". 

Dal Comune fanno inoltre sapere che in mattinata si è riunito, a debita distanza di sicurezza, il Coc-Unità di Crisi. E’ stato fatto il punto dell’emergenza e tutti i componenti, in relazione alla situazione che si è delineata, per permettere un controllo più serrato dei flussi da e per l’isola, pur garantendo i servizi minimi indispensabili, hanno deciso di adottate misure più restrittive per i collegamenti marittimi. E’ stato ribadito che non sarà possibile, per i cittadini non residenti, raggiungere le loro seconde case perché le ragioni del trasferimento non rispondono al DPCM 9.3.2020 e conseguenti atti regionali". 

"E’ raccomandato inoltre, a coloro che stazionano sulle due isole, di evitare le uscite sulla terraferma se non per motivi di lavoro, salute (urgenza) e necessità. - spiegano dal Comune - Qualora fosse possibile, anche per questi motivi, rinunciare è consigliato farlo senza se e senza ma. Non escludiamo una ulteriore informativa che riguarderà i traghetti".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it