Indietro

Scrittore elbano candidato al Premio Strega

Pierluigi Luisi (foto da Aracne TV)

Con radici familiari a Rio Marina, Pier Luigi Luisi con il suo libro ispirato all'Elba è fra i 54 candidati al prestigioso premio letterario.

ROMA — Fra 54 i libri presentati dagli Amici della domenica al Premio Strega 2020, ce n'è anche uno che appartiene ad uno scrittore elbano. Si tratta di Pier Luigi Luisi il cui libro dal titolo Il posto dei fichidindia, edito da Aracne e presentato da un altro elbano, Paolo Ferruzzi.

Pier Luigi Luisi, di origini elbane e molto legato al paese di Rio Marina dove erano nati i suoi genitori, si è laureato alla Scuola Normale di Pisa in chimica nel 1963 e ha svolto la sua carriera scientifica al Politecnico Federale di Zurigo  dove ha insegnato e fatto ricerca come professore di chimica macromolecolare. I suoi interessi scientifici sono legati all'origine della vita, alla filosofia della scienza, all' autopoiesi e alla biologia sintetica. Interessato all'interfaccia tra scienza e umanesimo, ha fondato nel 1985 la Cortona-week, una settimana residenziale interdisciplinare post-laurea intesa a formare una nuova classe dirigente, che si tiene ogni anno. Dal 1987 è membro del Mind and Life Institute (per un dialogo tra Scienza e Buddismo) fondato da Francisco Varela e il Dalai Lama. 



Autore di una dozzina di libri scientifici e di oltre 600 articoli su riviste internazionali, il suo recente libro più noto è Vita e Natura con Fritjof Capra tradotto in molte lingue e la seconda edizione del suo libro The Emergence of life (Cambridge Univ. Press), 2016. E’ autore anche di libri di letteratura in lingua italiana con diversi editori, tra cui libri per ragazzi.

Il libro Il posto dei fichidindia, in gara al Premio Strega, è composto da una serie di racconti di vita vissuta ambientati all'Isola d'Elba, storie locali e come tali storie universali ed eterne, raccolte dalla viva voce di pescatori, minatori, vecchie donne elbane ammantate di nero, ciascuna storia trovando il suo posto lungo l’asse temporale di un’unica narrazione continuata nell'arco di oltre un secolo e mezzo, storie di vita vera inframezzate a lotte politiche di anarchici focosi, ma arricchite anche di tenere storie d'amore, tutto sullo sfondo di un mare azzurro solcato di vele antiche e di una costa ricca di fichidindia...".

"Quando cominciai a scrivere questo libro, - ha raccontato Luisi - ero in una età nella quale avevo speso la maggior parte della mia vita adulta all’estero, per lo più in Svizzera ma con anni spesi anche in America, Unione Sovietica, Svezia, Inghilterra, e via dicendo. Mi consideravo un cittadino del mondo, e fu quindi con una certa sorpresa che scoprii dentro di me questa intensa curiosità per le storie dell’Elba. Un’isola piccola, da cui erano originati i miei genitori e i loro stessi genitori, un posto dove si ritornava d’estate per lunghi mesi, attorniati da un gran numero di parenti che ti baciavano e ti amavano ma non sapevi chi fossero. Con tante storie di famiglia, quelle che venivano raccontate dopo cena spesso vicino al fuoco del camino, soprattutto d’inverno. Erano storie che noi bambini giudicavamo noiose, sempre le stesse storie raccontate con gli stessi precisi dettagli, ogni volta con le stesse esclamazioni di meraviglia come se si trattasse di racconti nuovi, e gli stessi precisi commenti degli astanti: un rito antico. “Ma ti ricordi di Poldo?” “E cosa disse allora Mario detto Brucia-capanne? E Natalina che andava a prendere l’acqua giù alla fonte?” “No, aspetta, è così, che lui disse...” e così via...”.

Quindi un libro ispirato e dedicato all'Elba è fra i 54 libri dai quali saranno scelti dal Comitato direttivo del Premio i dodici che si contenderanno l'edizione 2020. La dozzina sarà annunciata il 15 marzo alla festa del libro e della lettura Libri Come, all'Auditorium Parco della Musica di Roma. La prima votazione, in cui verrà scelta la cinquina, sarà il 10 giugno. La cerimonia finale, con la scelta del vincitore dell'edizione 2020, si svolgerà il 2 luglio al Ninfeo di Villa Giulia a Roma.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it