Indietro

Proroga convenzione Mit-Cin, l'Antitrust segnala

un traghetto di Tirrenia
Un traghetto di Tirrenia

L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha inviato una segnalato a Parlamento e Governo sul Decreto Rilancio, rilevando criticità

ROMA — L'Autorità garante della concorrenza e del mercato con una nota fa sapere che nella riunione del 1 Luglio ha deliberato di segnalare alcune disposizioni del decreto-legge 19 Maggio 2020, il cosiddetto Decreto Rilancio, attualmente in fase di conversione alla Camera dei deputati.

I principali punti di interesse, che hanno rivelato le maggiori criticità per l'Antitrust sono cinque e li ha segnalati a Parlamento e Governo. Due di queste criticità riguardano alcune misure sui collegamenti marittimi e la portualità.

Nella prima segnalazione l'Antitrust si esprime sulla proroga della convenzione tra il Mit e Cin (Tirrenia) spa.

“L’Autorità – si legge nella nota dell'Antitrust - ha rilevato, in linea con le osservazioni già formulate al MIT nel 2019, l’eccessiva durata della proroga del regime concessorio (concernente i collegamenti marittimi di interesse nazionale, con le isole maggiori e minori) ritenuta ingiustificata anche a seguito dell’ulteriore rallentamento delle attività propedeutiche alla procedura di affidamento, previste dall’art. 4 del Regolamento del Consiglio (Cee) n. 3577/92 e dalla delibera dell’Autorità di regolazione dei Trasporti n. 22/2019 del 13 marzo 2019, causato dagli effetti della pandemia. L’Autorità auspica, dunque, che tale proroga sia ridotta al tempo minimo necessario per individuare il/i nuovo/i affidatario/i del servizio di trasporto marittimo tra la Penisola e le isole maggiori e minori, e che comunque essa non superi il 31 dicembre 2020”.

Il secondo provvedimento che non convince l'Antitrust è quello che definisce “l’ennesima proroga delle concessioni (artt. 199 comma 3, 182 comma 2) in materia di servizi portuali, concessioni demaniali marittime e di grandi derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico)”.

A questo proposito si legge nella nota: “L’Autorità auspica che il legislatore in relazione a tali misure effettui un attento bilanciamento tra i benefici di breve periodo e i possibili costi che si potrebbero manifestare in un orizzonte temporale più ampio, atteso che le proroghe ritardano il confronto competitivo per il mercato e limitano i benefici derivanti dall’affidamento attraverso procedure di gara ad evidenza pubblica”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it