Indietro

Il tribunale elbano è salvo fino al 2022

Sede del tribunale di Portoferraio

Novità anche per il personale: ci sarà un magistrato fisso e 4 assistenti giudiziari. La soddisfazione del deputato toscano Francesco Berti del M5S

ROMA — E’ stata rinviata fino al 2023 la chiusura della sezione distaccata del tribunale di Livorno con sede a Portoferraio. È quanto previsto da un emendamento del Governo al Decreto Legge cosiddetto “Milleproroghe” il cui esame è iniziato alla Camera. 

"Si tratta di una notizia molto importante per il nostro territorio" sottolinea Francesco Berti, deputato toscano del M5S - che consentirà di mantenere fino al 31 dicembre del 2022 un fondamentale presidio territoriale a difesa della legalità e al servizio di tutti i cittadini". 

Il deputato Berti con gli attivisti Pianigiani e Puzzello

Il deputato Francesco Berti insieme ad Euro Pianigiani e Caterina Puzzello

L’emendamento garantirà la permanenza e il funzionamento della sezione distaccata di Portoferraio. Ci sono novità anche riguardo al personale: al Tribunale di Livorno sarà assegnato un magistrato in più in pianta stabile (da 25 a 26) e 4 assistenti giudiziari. Questo si aggiunge alla previsione delle risorse per coprire i costi degli spostamenti dei magistrati assegnati alla sezione che lavorano presso la sede principale del Tribunale a Livorno. La misura verrà finanziata grazie ad un fondo speciale previsto dalla legge di bilancio per il triennio 2020-2022. 

"Nell’estate 2018 mi ero recato in visita alla Sezione del Tribunale di Portoferraio, grazie alla segnalazione degli attivisti Euro Pianigiani e Caterina Puzzello - sottolinea il deputato Berti - potendo costatare in prima persona l’importanza di questo presidio per tutti i cittadini elbani. Con la chiusura della Sezione distaccata i cittadini dell’isola avrebbero dovuto recarsi fino a Livorno per poter usufruire di un servizio indispensabile, con un notevole incremento dei tempi e dei costi di spostamento. Una problematica importante considerato che, per diverse ragioni, gli spostamenti tra le isole e la terraferma non sono sempre facili ed economici". 

"Si tratta dunque – conclude Berti - di una misura importante ma temporanea in attesa di una revisione sistematica della geografia giudiziaria nel nostro paese e che riconosca, una volta per tutte, l’importante e indispensabile ruolo svolto alle sezioni distaccate dei Tribunali presenti sulle isole minori".

L'emendamento sul tribunale elbano

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it