Indietro

Palazzo governativo, 24mila euro per la sicurezza

Panoramica della parte di tetto crollata
Foto di: Comune di Rio

Questa la cifra per gli interventi urgenti del tetto dell'immobile dove soggiornò più volte Napoleone durante la visita alle miniere dell'Elba

RIO — Il Comune di Rio corre ai ripari e interviene per mettere in sicurezza il tetto del palazzo governativo, che si trova nel paese di Rio Marina accanto alla sede del Parco minerario e che ospito anche Napoleone durante il suo esilio elbano quando andava a visitare le miniere.

Gli interventi di messa in sicurezza si sono resi necessari dopo che una parte del tetto dell'immobile era crollata l'11 Novembre 2018 (leggi qui l'articolo).

Sull'immobile pende un ricorso al Tar per stabilirne la definitiva proprietà ( leggi l'articolo) ma il Comune di Rio, avendo versato la quota per l'acquisto, dopo aver esercitato il diritto di prelazione, ne è al momento responsabile, anche in relazione al fatto che l'immobile è stato dichiarato di interesse storico e artistico con Decreto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali del 4 Febbraio 2010.

Proprio per questo gli interventi urgenti di messa in sicurezza sono stati concordati con la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio delle province di Pisa e Livorno.

Gli interventi si sono resi necessari per il pericolo per caduta dall’alto sulla pubblica via delle parti del manto di copertura instabile, per alleggerire il solaio del piano primo del materiale crollato, per evitare ulteriori crolli e per proteggere l’immobile dalle infiltrazioni di agenti atmosferici nella parte crollata.

In particolare sono previsti i seguenti interventi di urgenza, come si legge nell'atto del 30 Dicembre 2018 e nella relazione allegata della responsabile del Servizio gestione del territorio del Comune:

- montaggio e smontaggio di ponteggio completo;

- sistemazione dell’area identificata nella corte per l’accantonamento dei materiale riutilizzabili a seguito di cernita;

- opere provvisionali di puntellamento della struttura portante del tetto in legno ancora eretta e delle zone d’intervento;

- cernita del materiale crollato del tetto (a P.1) riutilizzabile. Incluso il calo in basso, pulizia ed accantonamento dei materiali;

- rimozione di manto di copertura instabile e cernita del materiale oggetto di crollo riutilizzabile. Incluso il calo in basso, pulizia ed accantonamento dei materiali;

- smaltimento a discarica del materiale di risulta incluso carico scarico e trasporto a pubblica discarica;

- realizzazione di orditura in legno per appoggio pannelli di copertura provvisionali;

- fornitura e posa in opera di pannelli in lamiera.

Gli interventi in somma urgenza sono stati affidati alla ditta Monni Claudio e C. Sas di Portoferraio.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it