Indietro

Studenti e detenuti in cucina per la libertà

Sono stati presentati i corsi dell'alberghiero aderenti al progetto Cooking for Freedom: sei studenti e nove detenuti cucineranno insieme

PORTOFERRAIO — Realizzati nell'ambito del progetto europeo Cooking for freedom, che coinvolge anche Portogallo, Turchia e Lituania, i corsi presentati nella mattina di ieri a Concia di Terra porteranno studenti dell'istituto alberghiero e detenuti in semilibertà della casa di reclusione di Porto Azzurro a condividere spazi e percorsi in nome del buon cibo.



Il progetto elbano, illustrato da Guido Ricci, psicologo e referente dell'associazione Beniamino, durerà fino al 2018 e punterà ai valori di formazione lavoro e rapporti umani. Responsabile sul campo sarà la professoressa Daniela Cirino, che guiderà, fino ad ottobre, le due classi.

Il progetto vede la partecipazione di altri enti e associazioni dedicate al reinserimento sociale come l'associazione Antigone presieduta da Chiara Babetto, la condotta Slow Food con Carlo Eugeni e l'assessorato alle politiche giovanili di Portoferraio guidato da Laura Berti.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it