Indietro

Nuova sede per i licei: Concia di terra o Macelli

Gli uffici comunali sono al lavoro per valutare il trasferimento dei licei, due studi sul tavolo: Concia di Terra o gli ex Macelli

PORTOFERRAIO — Un'importante novità è emersa questa mattina durante l'incontro che i sindaci dell'isola hanno avuto con l'assessore regionale all'istruzione Cristina Grieco. Il Comune sta lavorando al trasferimento, e alla riunificazione, dell'istituto Foresi in un'unica sede diversa da quella attuale.

Gli uffici comunali, guidati dall'assessore Adonella Anselmi, stanno valutando due località nelle quali costruire ex novo una struttura che accoglierà tutte le classi che formano il Foresi ponendo fine alla dispersione che vede gli attuali studenti sparpagliati in quattro diversi edifici sparsi per la città.

La prima opzione allo studio è quella di Concia di Terra. L'idea è quella di creare, insieme all'istituto tecnico, un vero villaggio studentesco e viene ritenuta, in queste prime fasi, quella preferibile. Si tratterebbe di ampliare i volumi già esistenti per l'istituto tecnico costruendo un nuovo edificio che ospiti le nuove classi e contemporaneamente ammodernando i prefabbricati già presenti e utilizzati per i laboratori.

Ci sarebbero delle modifiche da effettuare per quanto riguarda la viabilità ma la posizione decentrata rispetto al centro cittadino viene considerato un punto a favore.

L'altra opzione allo studio è quella degli ex Macelli posti all'entrata della città. Lo stabile attualmente esistente, e confinante con l'istituto Cerboni, sarebbe ovviamente da abbattere per la nuova edificazione ma sono in corso alcune verifiche circa l'effettiva proprietà della struttura. Da quello che si apprende qualche perplessità su questa opzione viene suscitata circa l'effettiva capienza che si potrebbe ottenere.

Entrambe le opzioni sono al vaglio e verranno approfondite nei prossimi mesi per illustrare poi, entro la fine dell'anno, un primo progetto alla conferenza zonale sull'istruzione.

Pare quindi definitivamente tramontata sia l'opzione San Giovanni per i noti problemi di tenuta idrogeologica che quella, da più parti caldeggiata, dell'ex caserma della Finanza alle Ghiaie: "Ho visitato di recente la struttura delle Ghiaie - ha commentato l'assessore Anselmi - e si rischia un nuovo Grigolo. I lavori che sarebbero necessari per l'adeguamento e la ristrutturazione sarebbero maggiori di quelli di una nuova edificazione".

Anche l'assessore regionale Grieco ha spronato il Comune a procedere alla nuova progettazione in tempi rapidi, illustrando le opportunità concesse per l'edilizia scolastica a livello statale ed europeo.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it