Indietro

Le professioni del futuro spiegate dal Lions

​Come cambia il profilo industriale dell’Italia fra opportunità economiche e future professioni, il resoconto dell'incontro con Francesco Guidara

PORTOFERRAIO — PRO.DI.GI. (Progetto Distrettuale Giovani) è l’acronimo con cui viene indicato il service indetto dal Distretto Lion 108LA (Toscana) per l’anno sociale in corso, al quale il Lions Club Isola d’Elba ha aderito promuovendo una conferenza dibattito pubblica tenutasi a Portoferraio il pomeriggio di sabato 19 marzo nella sala congressi dell’Hotel Airone.

A relazionare sul tema proposto, è stato invitato il dr. Francesco Guidara, che dopo la presentazione e l’introduzione ai lavori del presidente del Club Antonella Giuzio ed il saluto del vicesindaco Roberto Marini, è subito entrato in argomento descrivendo la fase di profondo e rapido cambiamento dell’economia mondiale ed il senso di urgenza all’adeguamento che ne consegue.

The Boston Consulting Group, del quale Guidara, elbano residente a Milano, è responsabile marketing per l’Italia, la Gracia e la Turchia, lavora con grandi gruppi mondiali ai quali fornisce consulenze e idee innovative. In quest’ambito il relatore ha descritto le varie fasi già in atto o imminenti di quella che può essere percepita come una vera rivoluzione del sistema produttivo mondiale, come la tendenza a rilocare le fabbriche, portate all’estero in nazioni come Cina, India e Brasile, nel proprio paese d’origine che sta diventando più competitivo; in questo campo i paesi leader sono USA, Gran Bretagna e Olanda, ma anche l’Italia, nonostante sia rimasta indietro, ha buone chances per essere rimessa in gioco da Industry 4.0 che, dopo il vapore, l’elettricità e l’automazione, rappresenta il quarto capitolo della rivoluzione industriale. 

Guidara ha proseguito analizzando i cambiamenti che a breve deriveranno dall’introduzione della robotica avanzata che, rendendo possibile operare in condizioni ambientali estreme 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, senza interruzioni e con ottimi livelli di produttività, darà luogo a notevoli vantaggi economici.

Gruppi come Apple, Google, Amazon, pur in mancanza di precedenti esperienze nel settore, costruiscono già auto che si guidano da sole. La disponibilità di occhiali che consentono di guidare a grandi distanze operatori per riparazioni di motori, di sensori per il controllo dell’usura di parti meccaniche che ne permettono l’anticipata sostituzione prima della rottura sono solo alcune delle innovazioni riportate dal relatore che comporteranno, è vero, la fine di molti lavori fatti dall’uomo, ma, grazie alla necessità ed alla conseguente nascita di altre professioni ad alta qualificazione, quali progettistica digitale, architettura del prodotto, cyber-securuty, ecc., si può confidare su un saldo, fra nuove attività ed occupazioni perse, abbondantemente positivo.

L’invito e la raccomandazione rivolta infine da Guidara ai giovani, che le nostre scuole rendono molto stimati all’estero, è quello di essere più ambiziosi, non perdere tempo galleggiando nelle università e trattare se stessi come una piccola azienda.

A margine della conferenza è intervenuta la giovane Laura Di Tursi, responsabile della Commissione Giovani occupazione e sport della Fondazione Isola d’Elba, che ha parlato della creazione del nuovo portale Elba Jobs nel quale chiunque, lavoratori, giovani in cerca di occupazione, aziende che richiedono personale, possono inserire i propri dati contribuendo in tal modo al progressivo ampliamento a costo zero e alla funzionalità di una piattaforma utile allo scambio fra le varie posizioni del mondo del lavoro.

Prima che il presidente lions Antonella Giuzio chiudesse i lavori, si sono avuti gli interventi del pubblico presente in sala ai quali Guidara ha risposto esaurientemente, ribadendo fra l‘altro la validità delle nostre scuole dalle quali escono giovani che, iperpreparati per lo scarso mercato italiano, trovano sbocco e apprezzamento all’estero.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it