Indietro

"Io snobbata dal vice prefetto"

L'assessore alle politiche giovanili Laura Berti attacca il vice prefetto Daveti per la scarsa considerazione nell'iniziativa Guida Sicura

PORTOFERRAIO — "Da tempo lavoro alla stesura di un protocollo d'intesa tra le istituzioni locali, volto ad individuare linee di indirizzo comune per arginare i problemi legati al disagio giovanile. 

Durante tale percorso, appoggiata favorevolmente dai colleghi di giunta, sono riuscita a coinvolgere le scuole, l'ASL, le forze dell'ordine e le stesse rappresentanze dei giovani, ma ho dovuto sempre rilevare la costante assenza del Viceprefetto che, pur avendo inviato un delegato al secondo incontro, non ha mai ritenuto di dover partecipare personalmente a tale percorso.

Poi apprendo dalla stampa che la Prefettura e la Fondazione Isola d'Elba danno inizio al progetto per le scuole, denominato Guida Sicura. Tale notizia mi ha lasciato di stucco. Figuriamoci se per tale progetto non avevo manifestato entusiasmo. Avevo addirittura proposto al Viceprefetto Daveti il patrocinio del Comune di Portoferraio e dell'Assessorato alle Politiche Giovanili, richiedendo la necessaria documentazione ai fini della delibera. 

Malgrado però i numerosi solleciti per le vie brevi, ai quali veniva sistematicamente risposto con malcelata sufficienza ed evasività, la documentazione non è mai stata prodotta e, come se non bastasse, vengo a sapere che la presentazione nelle scuole del progetto, in un primo tempo fissata per il 25 febbraio, viene trasformata in una non meglio precisata riunione tra istituzioni. 

La sottoscritta si mobilita, chiede un permesso dal lavoro per poter garantire la propria presenza a una iniziativa che ritengo importante, ma, guarda caso, al mio arrivo in Comune, scopro che tutto è rinviato a data da destinarsi e che il Prefetto si sarebbe messo in contatto con il sindaco.

Sin dall'inizio del mio impegno ho lavorato confrontandomi direttamente con gli interessati, con tutti quei giovani di cui, per certi versi, è stato anche difficile conquistare la fiducia e cogliere gli interessi. Dei passi in effetti sono già stati fatti e, anche se la strada è ancora lunga, i ragazzi iniziano a capire che è possibile creare un dialogo con le istituzioni perché sono proprio le istituzioni stesse a coinvolgerli in prima persona e ad interessarsi dei loro punti di vista

.Confesso perciò di esserci rimasta molto male per il fatto che la mia partecipazione al progetto Guida Sicura sia stata snobbata in maniera così rozza. Forse per l'età o per la presunta inesperienza? Forse perché non piacciono le mie linee di indirizzo? Iniziative come Guida Sicura sono certamente di alto valore sociale, come di grande valore è il lavoro portato avanti dal Viceprefetto fino a oggi, e ne condivido pienamente lo spirito.

Tra l’altro lodevole è l’appoggio della Fondazione Isola d’Elba. Ritengo tuttavia si sia persa un’occasione importante di portare avanti iniziative comuni dando ai giovani la garanzia che le istituzioni lavorano coese per il loro benessere, anche superando i confini delle proprie competenze".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it