Indietro

Imbarco navi, "servono tolleranza e umanità"

La segnalazione di un residente elbano che racconta quanto gli è accaduto all'imbarco sulla prima nave, pur avendo il tagliando per disabili

PORTOFERRAIO — Ieri sui social un residente elbano, munito di tagliando per invalidi applicato sulla sua auto, ha raccontato una disavventura accadutagli all'imbarco sulla prima nave delle 5 da Portoferraio per Piombino.

"Ore 5 di stamattina imbarco con la prima nave con esposto correttamente il tagliando disabile sul cruscotto in perfetta vista, dopo aver vidimato il biglietto fatto il giorno prima mi accingo a salire sulla nave alché l'addetto al posizionamento delle auto mi fa segno di salire sulla rampa supplementare dx sul quale era già una macchina. 

E senza chiedere se avevo bisogno di ascensore come sempre avviene anche nelle altre compagnie, io provo ad abbassare il finestrino facendo segno di no, con intenzione di spiegare che non è un problema salire o scendere dalla rampa nella quale spesso sono salito ma essendo una macchina abbastanza larga ho grosse difficoltà (dato l'angusto spazio che c'è sulla rampa stessa perché ho bisogno di una apertura maggiore della portiera, che aprendosi pochissimo non consente né a me né a mia moglie che ha lo stesso problema di poter salire o scendere agevolmente se non facendo minuti di dolorose acrobazie) questo punto l'addetto credendo forse non lo sentissi e in ogni caso ad alta voce (mi scuso per il linguaggio scurrile ma fedelmente riporto ), Heee questo rompe i c......e vedendo che avanzavo verso prua dato che un altro addetto al posizionamento a sua volta mi faceva cenno di avanzare He vai dove di pare. 

Allora, io per rispetto di mia moglie che essendo già agitata per una importante visita medica che doveva fare nella mattina ho fatto finta di non sentire e ho ignorato il fatto che lo stesso addetto 10 giorni fa a Piombino con la stessa nave e con tagliando correttamente esposto al mio no di salire sulla rampa, mi aveva chiesto di scendere dalla nave e aspettare si riempisse la suddetta rampa per poi risalire…ma mentre me lo chiedeva sempre un altro addetto a prua mi faceva cenno di avanzare.

Detto questo ovviamente sono rammaricato per questo atteggiamento poco rispettoso verso chi ha dei problemi motori o deambulatori e dispiace anche il fatto che questo signore sia elbano come me. Ma sono anche certo che sicuramente ci sara' una terza volta e in questa occasione non farò certo finta di niente ma mi piazzerò con la macchina in mezzo alla nave in attesa di un superiore o il comandante per poter spiegare le mie ragioni.

P.S.in tutti e due i casi la nave non aveva bisogno di far salire nessuno sulla rampa dato che la nave poteva contenere abbondantemente molte altre macchine".

Dato che la segnalazione riguarda la nave Toremar, giriamo la segnalazione a chi di competenze per le opportune verifiche su quanto accaduto.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it