Indietro

"Costa di Toscana e Isole", una nostra richiesta

Il vice sindaco Marini: "Non abbiamo fatto solo gli onori di casa, ma lanciato messaggi ben precisi". Chiesta attenzione per l'aeroporto e per il PIT

PORTOFERRAIO — Le isole di Toscana e la Costa devono far parte dello stesso "brand", dello stesso progetto turistico. Questa è stata la richiesta principale fatta venerdì 9 febbraio nei locali della Gattaia a Portoferraio, in occasione dell’ultima tappa del tour di ascolto verso il brand ‘Costa di Toscana’, progetto che punta alla promozione integrata delle cinque province costiere, con la valorizzazione delle singole specificità e tipicità. 

La richiesta è arrivata dal vice sindaco di Portoferraio, Roberto Marini, che ha aperto i lavori non solo facendo gli onori di casa ma lanciando dei messaggi ben precisi agli interlocutori istituzionali che la Regione Toscana ha incaricato di illustrare il progetto.

 "Mi sono fatto portatore delle istanze del territorio - ha detto fra l'altro  Marini - una delle richieste è stata quella di inserire nel brand di Costa Toscana le isole. L’Elba e l’ Arcipelago meritano di starci, sono elementi importanti che hanno il diritto di essere al centro di un progetto di promozione e comunicazione. Poi, per essere competitivi c'è innanzitutto l’aeroporto - ha aggiunto il vicesindaco di Portoferraio - oltre a sviluppare la lunghezza della pista, si pensi anche ad incentivare un vettore che possa dare continuità e stabilità ad un collegamento con il continente soprattutto pensando al turismo e all’Europa". 

"Altra richiesta della quale mi sono fatto portatore - ha aggiunto Marini - è stata quella di andare verso un  ripensamento, un approfondimento e un confronto  con gli strumenti urbanistici, perché il Pit (piano di sviluppo territoriale, ndr) sta limitando fortemente la possibilità alle nostre strutture alberghiere di adeguarsi agli standard nazionali o internazionali. Gli operatori turistici dell'Elba e delle isole di Toscana devono essere messi in condizione di rendere competitive le loro strutture".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it