Indietro

Piante di olivo al posto della vegetazione spontanea

macchia mediterranea - foto facebook

Due persone denunciate

PORTOFERRAIO — Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno sequestrato all’interno della zona Parco di Punta Penisola, nel comune di Portoferraio circa  5.500 mq di terreno trasformati da bosco a oliveto senza le preventive autorizzazioni. 

L’area sottoposta a sequestro ricade in zona B all'interno dell'area  protetta ed è stata interessata dal taglio di macchia mediterranea composta da essenze tipiche quali Lentisco, Erica arborea, Alaterno, Corbezzolo con sporadica presenza di Leccio. 212 le piante di olivo che si sono sostituite alla vegetazione spontanea. 

Nella fattispecie la proprietaria, anziché ottemperare ad un ripristino della macchia mediterranea nell’area interessata, così come imposto dall’Ente Parco, a seguito di precedente violazione, ha aggravato il reato, eliminando ulteriori aree boscate e piantumando più di 200 olivi; ciò ha portato gli uomini del Corpo Forestale dello Stato ad eseguire il sequestro penale di tutta l’area.

I responsabili dell'accaduto, proprietaria ed esecutore materiale del reato, sono stati segnalati alla competente Autorità Giudiziaria.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it