Indietro

E' battaglia fra Moby e Unicredit

Moby Wonder (foto di repertorio)

Dopo che Onorato ha accusato Unicredit di essere responsabile dell'annullamento del contratto di vendita di due navi, l'istituto di credito replica

MILANO — Unicredit respinge "immediatamente e con forza" quelle che ritiene "gravi e infondate accuse" arrivate di recente da Moby. In una lettera inviata ai vertici della compagnia di navigazione e parzialmente diffusa dalle agenzie di stampa, l'istituto in qualità di security agent, fa sapere che sta valutando azioni legali per il danno subito dalle dichiarazioni del gruppo Moby (leggi qui l'articolo), che ha imputato a Unicredit la responsabilità di aver fatto saltare l'accordo per la vendita delle due navi con la compagnia danese Dfds (si veda gli articoli correlati).

Ma alla presa di posizione di Uncredit il gruppo Moby ha risposto con una nota accusando l'istituto di credito di aver diffuso "fantasiose notizie". Inoltre Moby ha spiegato che ha richiesto l’assenso alla cancellazione delle ipoteche già dal 20 Settembre 2019 e che ha risposto puntualmente alle richieste di integrazione di documenti ricevute da Unicredit.

Moby ha inoltre aggiunto che Unicredit non avrebbe mai informato Moby  di una "diffida" inviatale dai bondholders ed ha inoltre accusato Unicredit di atteggiamento "dilatorio", ribadendo che Unicredit sarebbe responsabile dei danni subiti da Moby per l'annullamento del contratto con Dfds.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it