Indietro

"Solidarietà al libero pensiero dei ragazzi"

I migranti durante il salvataggio (foto di Mediterranea Saving Humans da Twitter)

Il segretario del Pd di Marciana Marina difende il pensiero espresso dal Consiglio dei ragazzi sulla nave Mare Jonio che ha salvato 49 migranti

MARCIANA MARINA — Sulla vicenda della nave Mare Jonio, che ha salvato 49 migranti in mare e che ha poi fatto rotta verso Lampedusa, interviene Lorenzo Coltelli, segretario del PD di Marciana Marina a difesa del pensiero espresso in un comunicato stampa dal Consiglio comunale dei ragazzi di Marciana Marina (qui l'intervento).

Le parole del Consiglio dei ragazzi hanno infatti suscitato le reazioni di molti sui social.

"Nelle ultime ore abbiamo letto con sconcerto alcuni commenti su Facebook - dichiara Coltelli - a proposito delle iniziative intraprese dal Consiglio comunale dei ragazzi di Marciana Marina. Commenti confusi che hanno gettato ombre su questo organo appena formato. Come Pd di Marciana Marina guardiamo alla voglia di partecipazione di questi ragazzi in maniera assolutamente positiva e la riteniamo cruciale per lo sviluppo della nostra Comunità".

"Sono tra l’altro gli stessi ragazzi che, grazie alla loro voglia di partecipare alle scelte della nostra isola, -sottolinea Coltelli - hanno coinvolto le istituzioni e dato vita insieme a tanti loro coetanei alla Consulta dei giovani (che comprende ragazzi dalla terza media alle superiori dell’Isola d’Elba).
Intanto, insieme alla scuola, hanno voluto partecipare alla manifestazione per l’ambiente, come molti altri giovani in tutto il mondo".

"Marciana Marina - aggiunge il segretario PD - deve essere fiera del suo Consiglio dei ragazzi, deve essere fiera di chi si è preso un impegno nonostante la giovane età, un impegno di grande responsabilità e che siamo convinti saranno in grado di gestire nel migliore dei modi, portando importanti contributi per il futuro della nostra piccola Comunità".

"È sinceramente molto amaro vedere come alcuni adulti, - commenta Coltelli - parte di una generazione che ha consegnato a questi ragazzi un mondo in grandissima difficoltà, oggi si scaglino contro chi cerca di invertire la rotta. L’accusa è quella solita: prima si invoca la partecipazione dei giovani, poi li si accusa di essere manipolati. Se non fanno nulla sono fannulloni, se partecipano sono manipolati. Per quello che vale, noi diciamo a questi ragazzi di andare avanti, stanno lavorando per il loro e nostro futuro".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it