Indietro

Dissalatore, botta e risposta Fratoni-Barbetti

Federica Fratoni

L'assessore regionale all'ambiente interviene sulla questione del dissalatore e sulle decisioni del sindaco di Capoliveri che subito controbatte

CAPOLIVERI — Federica Fratoni, assessore regionale ad Ambiente e Difesa del suolo, che il 30 Maggio scorso ha firmato la lettera con cui veniva inviata a tutti i comuni elbani la bozza dell'accordo per l'autonomia idrica dell'Elba (leggi qui l'articolo), contenente anche il progetto del dissalatore a Mola, interviene con una nota per replicare al sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti.

"Il sindaco di Capoliveri si accorge ora che il dissalatore non gli piace. Eppure per l'Elba è un'opera strategica, - dichiara Fratoni - fondamentale per l'autonomia idrica dell'isola, un'opera attesa dal territorio, auspicata e di cui si parla da anni. Tutto questo è quantomeno singolare, per non dire che sbalordisce. E allora resta solo una chiave per dare un senso ad una cosa che apparentemente un senso non sembra averlo: quella dei funambolismi elettorali".

"L'assessore regionale all'ambiente risponde così al primo cittadino del comune elbano che sulla stampa dice no all'accordo di programma sull'autonomia idrica dell'Elba - si legge nella nota della Regione Toscana - definendolo inaccettabile". 

"C'è una storia che il sindaco di Capoliveri conosce bene, - prosegue  l'assessore regionale - fatta di collegi di vigilanza e conferenze dei servizi degli anni 2017 e 2018 in cui lui e la sua amministrazione hanno sempre dato parere favorevole al dissalatore fino all'ultima delibera di consiglio comunale, questa sì contraria, del 9 aprile scorso, non troppo casualmente, forse, ultimo consiglio utile prima del suo scioglimento, in cui all'improvviso il Comune di Capoliveri ha chiesto ad Ait di revocare il decreto".

"Quanto all'insufficienza di tempo concessogli per presentare le controdeduzioni, - si legge nella nota regionale - procedura che cadrebbe tra l'altro nel periodo elettorale, l'assessore concorda con il sindaco, purché si metta d'accordo con sé stesso perché a far scattare questo iter è stata proprio la sua richiesta di revoca del decreto ad Ait, che impone tempi precisi e prescinde dalle campagne elettorali".

"Va inoltre chiarito - aggiunge l'assessore - che la Regione Toscana al Comune di Capoliveri non ha chiesto di firmare alcun accordo di programma, come contesta il primo cittadino nella sua lettera, ma più semplicemente di inviare valutazioni e osservazioni che non sono atti straordinari e che sono stati richiesti a tutti i Comuni. Va da sé che le opere richieste dal sindaco Barbetti, tra cui la manutenzione della condotta sottomarina e eventuali altre opere per rafforzare l'approvvigionamento idrico dell'isola, la Regione Toscana insieme ad Ait le hanno ben presenti tanto che o sono già in costruzione o comunque verranno valutate insieme al territorio".

Il sindaco di Capoliveri, Ruggero Barbetti, con una nota a stretto giro di posta, replica all'intervento dell'assessore regionale all'Ambiente della Regione Toscana, Federica Fratoni.

"Soccorso Rosso. Mi sembra chiaro che l'Assessore regionale all'ambiente  - dichiara il sindaco di Capoliveri - sia preoccupata di una eventuale vittoria della Lista 'Capoliveri Bene Comune' con Andrea Gelsi candidato a Sindaco. Dell'altra lista, sedicente contraria al dissalatore, non dice nulla. Chissà perché non si riferisce anche a loro? "

"Riguardo alla conferenza dei servizi del 2017, - prosegue Barbetti - il Comune ha formulato osservazioni stringenti al progetto non ancora recepite da AIT. Però per correttezza l'assessore avrebbe dovuto anche spiegare come si forma la determinazione conclusiva di una Conferenza dei servizi. Lo spiego io: 'per adottare la determinazione conclusiva della conferenza di servizi simultanea, il responsabile del procedimento tiene conto delle posizioni prevalenti espresse dai rappresentanti unici delle amministrazioni statali, regionali e degli enti locali coinvolti. Non è, dunque, prevista una votazione nella quale si possano definire maggioranze e minoranze". Posizioni prevalenti..."

"Un'ultima cosa: - conclude Barbetti - l'assessore scrive nella lettera che 'L'assenza di riscontro entro il termine di 15 giorni, sarà considerata come condivisione del testo dell'Accordo' che deve 'essere sottoscritto dai rappresentanti dei Comuni elbani'. Che l'assessore si metta d'accordo con se stessa (e anche con la sua coscienza, verrebbe da dire...)".

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it