Indietro

​Capraia, via libera alla nuova zonazione

Nella commissione guidata da Stefano Baccelli (Pd) passa all’unanimità la variante al Piano del Parco nazionale dell’arcipelago toscano

CAPRAIA ISOLA — Via libera, con voto unanime, in commissione Ambiente presieduta da Stefano Baccelli (Pd), alla nuova zonazione a mare dell’isola di Capraia. 

Dopo venti anni dall’istituzione del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, la sua terza isola per estensione, e una tra le realtà insulari più isolate, avrà un’area marina protetta in sostituzione dei vincoli posti con il decreto istitutivo del Parco (luglio 1996). Una "riperimetrazione", ha spiegato il presidente del Parco Giampiero Sammuri: "Largamente condivisa, concertata, partecipata, votata all’unanimità dal Consiglio comunale che risponde alla necessità di conciliare esigenze di tutela ambientale con attività turistiche ed economiche della popolazione locale".

Tecnicamente la nuova zonazione si attua attraverso una variante al Piano del parco nazionale dell’Arcipelago Toscano approvato nel 2009. Variante che ha ottenuto il voto unanime della commissione del Consiglio regionale nella seduta di oggi e che prevede due aree di tutela integrale (in sostituzione dell’attuale zona 1), tre zone B2 dove è consentita anche la pesca artigianale ai soli pescatori locali, una piccola area di tutela archeologica a nord, una zona B2 lungo la costa, che i capraiesi chiamano cerniopoli, dove è vietata la pesca ma non le attività subacquee e la navigazione, una zona C, dove sono consentite tutte le attività sostenibili. 

Il tutto circondato da una vasta zona D nella quale sono vietate la pesca a strascico e le altre attività impattanti, ma dove è consentita la pesca, anche quella subacquea autorizzata e contingentata, sia per numero di praticanti che per dimensione e quantità di prede.

Soddisfazione per una proposta che ha "saputo interpretare le esigenze del territorio" è stata espressa dal presidente della commissione che ha anche sollecitato la pubblicazione sui siti ufficiali di Giunta e Consiglio.

Il Presidente Sammuri attraverso la procedura della variante al Piano del Parco ha iniziato questo percorso di trasformazione da Capraia, con la collaborazione del sindaco Gaetano Guarente. "Sono molto soddisfatto di questo risultato - ha detto Sammuri - frutto di un intenso lavoro di raccolta di informazioni scientifiche, di analisi delle emergenze della biodiversità dell’area di mare interessata e di concertazione con il Comune di Capraia Isola. 

Il sindaco Guarente mi ha supportato nell’ascolto della comunità capraiese attraverso incontri con gli operatori locali da cui sono emerse le aspettative da perseguire nell’ottica dello sviluppo sostenibile dell’Isola. L’approvazione di oggi da parte della 4^ Commissione della Regione Toscana, espressa all’unanimità, fa ben sperare per il proseguimento dell’iter. Il prossimo passaggio sarà l’adozione del Consiglio della Regione Toscana".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it