Indietro

Forum giovani, "Ecco perché ci siamo astenuti"

Walter Montagna

I consiglieri del gruppo "Competenze e valori per Capoliveri" spiegano i motivi dell'astensione sul Forum giovanile e chiedono alcune verifiche

CAPOLIVERI — I consiglieri di minoranza del gruppo consiliare "Competenze e valori per Capoliveri", guidato da Walter Montagna con una nota spiegano i motivi della loro astensione, nel Consiglio comunale del 26 Settembre scorso, sul documento riguardante l'istituzione del Forum giovanile intercomunale. L'amministrazione comunale di Capoliveri aveva dato proprio oggi notizia dell'approvazione del documento ad unanimità della maggioranza ma con l'astensione della minoranza (leggi qui l'articolo).

"In occasione del Consiglio Comunale che si è tenuto lo scorso 26 Settembre i consiglieri di minoranza della lista 'Competenze e Valori per Capoliveri”' si sono astenuti riguardo l’istituzione del 'Forum Giovanile intercomunale'. Ci preme sottolineare -spiegano in una nota i consiglieri di minoranza -  la motivazione che ci ha spinti ad astenerci. Come la maggior parte dei cittadini capoliveresi, siamo in attesa della decisione del Tribunale Amministrativo Regionale (leggi qui l'articolo). Per motivi tecnici, strettamente correlati al contenzioso amministrativo, abbiamo pertanto ritenuto opportuno, in linea con la nostra richiesta del 21 Settembre 2019 (leggi qui l'articolo), esprimere attraverso un voto di astensione il non riconoscimento e la non condivisione delle linee e delle azioni di un’amministrazione che potrebbe essere temporanea".

"È necessario comprendere - spiegano dal gruppo "Competenze e valori per Capoliveri" - che la nostra astensione non riguarda il 'Forum Giovanile intercomunale' bensì, come sottolineato in precedenza, le azioni e le linee della corrente amministrazione che noi non riconosciamo".

"Al di là di questa precisazione, - aggiungono i consiglieri di minoranza - consigliamo al consigliere Zini di preoccuparsi più che altro della sua approvazione della variazione di bilancio e dei ripetuti e consistenti prelievi dal fondo di riserva. Tale fondo deve essere utilizzato solo per spese non previste e/o straordinarie. Una parte di esse deve essere obbligatoriamente spesa per salvaguardare l’ente e la sua comunità da danni gravi e imminenti. I sottoscritti hanno allegato l’articolo di legge 166 Tuel per conoscenza e hanno chiesto una verifica al fine di controllare se le spese comunali rientrano in tali casistiche o rientrano in altre tipologie di spese non previste e non conformi alla legge".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it