Indietro

Canile, il chiarimento di Barbetti

Il sindaco Barbetti (sin) durante la GAT

Il Sindaco di Capoliveri: "Spero non si voglia fare politica sulla pelle degli animali, come già successo in passato. Ora è il momento di accelerare"

CAPOLIVERI — Dopo la conferenza stampa e il successivo comunicato emesso dalle associazioni Animal Project e I Ragazzi del Canile, non si è fatta attendere la risposta - e la precisazione - del sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti, direttamente dal suo profilo facebook.

"Capisco tutto, anche la possibile ignoranza amministrativa di chi ha scritto questo comunicato - dice BArbetti -  ma spero anche che non si voglia fare politica sulla pelle degli animali, come già successo in passato.

Quello che ho dichiarato è di una semplicità amministrativa elementare: se gli atti finora approvati nei consigli comunali riportavano che la Gestione associata per la realizzazione e costruzione di un canile/gattile comprensoriale era composta da 8 comuni elbani, ora bisognerà approvare una nuova delibera che riporti che Porto Azzurro non farà parte di questa Gestione associata (pur partecipando ai costi di realizzazione del canile ma non a quelli relativi alla sua gestione), così come che riporti che non esistono più i comuni di Rio Marina e di Rio nell'Elba e che quindi il nuovo Comune di Rio dovrà approvare la nuova delibera così come dovranno fare gli altri comuni.
Riguardo al nuovo progetto che modifica il vecchio e concordato con la Fondazione e con le associazioni, l'incarico formale alla sua stesura non poteva e non potrà essere assegnato finchè non ci sarà in funzione la Gestione associata. Con quali risorse avremmo potuto dare l'incarco? Appena sarà approvata la Gestione associata da parte dei comuni che ne fanno parte, il Comune di Capoliveri, in qualità di capofila di entrambe le Gestioni associate, trasferirà la tranche di 200.000,0€ dalla Gestione associata del turismo alla nuova Gestione associata del canile/gattile. Prima non era e non sarà possibile.
Spero di essere stato chiaro. Questo è il momento di pensare ad accelerare sull'iter amministrativo e non di fomentare inutili polemiche".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it