Indietro

Alta adesione allo sciopero dei portuali

​Dalle prime rilevazioni emerge una altra adesione allo sciopero nazionale dei porti in Toscana: 90% a Livorno e Piombino, 70% a Carrara

PORTOFERRAIO — I lavoratori di buon ora si sono ritrovati ai vari varchi ed hanno attuato dei presidi. La Filt Cgil Toscana ha definito lo sciopero nazionale dei porti di ieri una tappa tappa irrinunciabile per ottenere un confronto vero col governo

I lavoratori ieri hanno incrociato le braccia contro il blocco il blocco economico del contratto e perché pretendono trasparenza e chiarezza su tutto quello che si muove intorno ad una delle infrastrutture più importanti del paese. Al momento non si conoscono i contenuti della bozza di riforma dei porti

Cgil Cisl Uil di categoria "vogliono mantenere un sistema di regole certe per lo sviluppo portuale e la tutela del lavoro, che ad oggi non si trovano nei vari provvedimenti che si stanno inseguendo, compreso quello in discussione alla commissione industria del Senato che ripropone il ddl sulla concorrenza del Mise stralciato dal Governo. I lavoratori portuali toscani sono mobilitati anche per ottenere il rinnovo del "Protocollo alla salute e sicurezza" dei porti di Livorno, Carrara e Piombino, scaduto da oltre 2 anni". 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it