Indietro

Elezioni amministrative, "non saremo spettatori"

Simone De Rosas

Simone De Rosas, segretario PD zona Elba, spiega l'assenza di una lista di bandiera: "Non abbiamo fatto gruppo, bene i nostri giovani in altre liste"

RIO — In molti, a Rio, si aspettavano una lista del PD alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno. Questo non è avvenuto, anzi: due dei giovani riesi di maggior spicco del partito, Dario Ballini e Mattia Gemelli, sono candidati in due liste differenti, in un panorama politico dove non sembrano esserci riferimenti per lo schieramento politico cosiddetto "di sinistra", in una terra come quella di Rio dove la sinistra ha governato in lungo e in largo dal dopoguerra ad oggi, con pochi periodi di interruzione. Cosa è accaduto? Prima di fare supposizioni fuori luogo o ipotesi azzardate, ce lo facciamo spiegare da Simone De Rosas, segretario del PD zona Elba, che ha frequentato a lungo Rio e le sue sezioni prima della clamorosa rinuncia ad essere presenti in prima persona all'appuntamento elettorale del 10 giugno. Ecco la nostra breve intervista. 

Dopo lunghi preliminari il PD non ha una sua lista di bandiera a Rio. Una scelta obbligata o problemi interni?

"Il Pd  - ci ha raccontato De Rosas - ha fatto un lungo cammino da novembre a oggi, fatto di assemblee e partecipazione, un percorso che è stato utile a tutti noi per centrare alcune delle priorità per i prossimi 5 anni di amministrazione di questo nuovo Comune che dovrà essere protagonista all’Elba e non solo. Per quanto riguarda la formazione della lista, la scelta sarebbe stata comunque di non presentare una lista di bandiera ma un’aggregazione civica, magari guidata da un nostro esponente. Dico sarebbe stata, perché nei fatti non siamo riusciti a creare un gruppo numeroso e omogeneo che ci permettesse di raggiungere questo risultato. Di questo siamo tutti molto dispiaciuti. Posso dire però che certamente non staremo a guardare durante la campagna elettorale e soprattutto durante i prossimi 5 anni in cui eserciteremo il nostro ruolo fino in fondo con proposte e critiche alla nuova amministrazione di Rio che dovrà essere in grado di valorizzare l’esito del referendum con lo sviluppo che meritano quelle terre e di rinsaldare molti rapporti, anche umani, lacerati dalle vicende che hanno riguardato in particolar modo la comunità del vecchio Comune di Rio nell’Elba".

Le presenze di Dario Ballini nella lista Barghini e di Mattia Gemelli nella lista Corsini vedono impegnati comunque due giovani attivisti PD. E' un caso, una conseguenza della mancata presentazione della lista di bandiera o un segnale di rottura?

"La presenza dei due giovani del Pd è un segnale comunque di vivacità dei circoli che si dimostrano capaci di produrre “personale politico” e penso che entrambi affronteranno nel modo giusto questa avventura. Nessuna rottura. Soprattutto tra di loro. Il Pd fa a entrambi un grande in bocca al lupo".

 Che indicazioni di voto darà il PD a Rio? O forse volete rispettare il "civismo" delle liste presentate?

"Il Pd di Rio non so ancora cosa farà, deve decidere autonomamente e organizzeremo un’assemblea a breve. Come Pd Elba invece ci riuniremo venerdì per discutere anche di questa vicenda. Guarderemo ai programmi e al modo di condurre questa campagna e faremo una valutazione. Come ho detto - ha concluso Simone De Rosas -  certamente non saremo semplici spettatori".


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it