Indietro

Maltempo e traghetti, se viaggiare è un'odissea

Foto di repertorio

Bloccati nei porti in attesa che il traghetto parta, il rischio dell'isolamento. L'appello di Arturo Francini ai sindaci di Portoferraio e Piombino

PORTOFERRAIO — "Vorrei esprimere alcune considerazioni in merito all’assegnazione degli slot. Capisco bene che non è cosa di facile soluzione, ma chiedo di valutare attentamente ed eventualmente dare più spazio alle società concorrenti alla Moby e Toremar per fare in modo di dare agli elbani la possibilità di scegliere e di risparmiare notevolmente rispetto all’offerta della società di Onorato", parole di Arturo Francini, ex lavoratore portuale ed ex rappresentante Filt Cgil Portoferraio che ha espresso in una nota che riportiamo alcune considerazioni sulla situazione traghetti.

"Sarei molto soddisfatto se venissero assegnati più slot alle compagnie che garantiscano più collegamenti nel periodo invernale, ma soprattutto chiedo attenzione all’ultima corsa da Piombino che possa essere effettuata con un mezzo adeguato e, che in condizioni meteo marine avverse, possa navigare. Un traghetto ben attrezzato e adatto a questa traversata sarebbe necessario per dare più garanzie agli elbani di rientrare nei propri paesi e non restare a Piombino con grandi disagi e difficoltà, costretti spesso a dormire a bordo del traghetto. - e ha aggiunto - Nell’assegnare gli slot pregherei di considerare bene cosa viene richiesto dalle compagnie concorrenti e cosa offrono all’utente. L’importante è dare agli elbani un miglior servizio, più economico e più affidabile. Un discorso a parte meritano proprio i disagi sopportati dai passeggeri che sempre più di frequente sono costretti a rimanere a terra nei porti di Portoferraio e Piombino per le condizioni meteo marine avverse. Mi domando perché, nonostante il ripetersi dei casi, non sia stata ancora trovata, né progettata, una soluzione seppure emergenziale ma comunque permanente". 

"Sono fiducioso che i sindaci elbani, in particolare il sindaco di Portoferraio, e il sindaco di Piombino tengano in considerazione questo mio appello e queste mie osservazioni", ha concluso.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it