Indietro

Il comitato vuole il piano sanitario elbano

Quale documento è stato approvato il 28 Dicembre? Se lo è domandato il Comitato Elba Salute per chiarire le sorti della sanità elbana

PORTOFERRAIO — Il Comitato Elba Salute vuole capire una volta per tutti se la Proposta della Conferenza dei Sindaci Elbana del 15 Dicembre 2017 da loro analizzata a Pisa corrisponda a quella approvata dalla Conferenza dei Sindaci Elbani il 28 Dicembre scorso oppure è una miscellanea di osservazioni sanitarie. 

Una domanda scaturita dal momento che in quel documento programmatico sembra che gli estensori "non siano informati sulle necessità sanitarie degli isolani oppure hanno nei loro progetti che l'utente Elbano debba disporre solo di un misero poliambulatorio anziché di un ospedale".

"Per fare le dovute considerazioni sull'attendibilità di quanto ci è stato consegnato, - hanno chiesto dal Comitato - sarebbe opportuno che la Conferenza dei Sindaci Elbana rendesse pubblico il piano sanitario elbano votato e licenziato dai sindaci il 28 Dicembre".

Il Comitato a questo punto chiede quale linea sarà presa per cardiologia, pediatria, riabilitazione, oncologia, la reperibilità del personale medico e cosa si intende per area ospedaliera.

"Nel documento in nostre mani è già stabilito che il nostro ospedale si dovrà trasformare in un mega repartone appendice di un ospedale costiero. Questo il paragrafo che annulla il concetto ospedale. Come per dire ortopedia, chirurgia e medicina tutti insieme e sullo stesso piano con evidente impoverimento dei nostri servizi e con eccedenza voluta per altri scopi di personale medico/infermieristico".

Una valutazione, tengono a precisare dal Comitato, fatta sulla base del documento fornito a loro. "Crediamo che sia un diritto del cittadino leggere e analizzare il piano sanitario deliberato dalle Amministrazioni Comunali che lo accompagnerà nella cura", hanno concluso chiedendo di riuscire a consultare il documento integrale.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it